Il consumismo esasperato e l’arte della vita

«Il consumismo esasperato, la sfiducia e il poco rispetto degli altri ha portato questa società a un qualunquismo e a un’indifferenza molto triste, a una finzione ed a una superficialità continua.»
(Rita Marcotulli)

“Dopo la caduta del regime che si reggeva sulla Stasi il drammaturgo dedica l’opera “Sonata per un uomo buono”, all’uomo che nel suo passato di inquisitore scelse l’umanità invece dell’obbedienza e della carriera. (…)
Le scelte, sia sbagliate che giuste, provengono dalla stessa condizione d’incertezza, di insufficiente determinazione e definizione e di mancanza di coercizione; lo stesso vale per l’impulso a correre pavidi al riparo graziosamente offerto dai comandi autoritari di un potere armato di sanzioni che assicuri l’assoluzione, e vale anche per l’audacia di assumersi la responsabilità personale di una decisione di agire. Senza essere disposti a fare scelte sbagliate difficilmente si avrà la necessaria perseveranza nel cercare la scelta giusta. Lungi dall’essere una seria minaccia alla moralità o un fastdioso abominio, l’incertezza è il terreno proprio della persona morale, l’unico suolo in cui la moralità può germogliare e fiorire. (…)
I concetti di responsabilità e di scelta responsabile, che un tempo rientravano nel campo semantico del dovere etico di prendersi cura delle esigenze dell’Altro, si sono, o sono stati, spostati nell’ambito dell’autorealizzazione e del calcolo dei rischi personali; e sono stati posti al servizio di interessi centripeti e autoreferenziali. In questo processo l’Altro come grilletto, bersaglio e metro di una responsabilità accettata è pressochè scomparso alla vista.
Responsabilità significa ormai responsabilità verso se stessi, mentre le scelte responsabili sono, come prima e ultima cosa, le mosse che servono agli interessi e soddisfano i desideri del singolo, allontanando la necessità di compromesso e impedendo il sacrificio di sè.”
(Zygmunt Bauman, “L’arte della vita”)

Posted via email from Quote

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...