Notte bianca 2007

Per la prima volta sono riuscito a conquistare la necessaria disposizione d’animo per godermi un po’ della serata romana di festa e di eventi. E devo dire che il rendere il centro di Roma un’isola pedonale è quell’idea “geniale” che secondo me andrebbe applicata non una sera sola, ma tutto l’anno.
Visto: l’Oratorio del Gonfalone che era aperto solo per l’occasione, con gli affreschi di Zuccari, dove c’è anche la bellissima pala d’altare di un pittore spagnolo sconosciuto, il Museo criminologico a via del Gonfalone (stava lì…) con le torture, i codici cavallereschi e le storie di briganti ed omicidi più o meno celebri, la Chiesa del Gesù con la meravigliosa ed imponente statua di S.Ignazio – scoperta perchè il quadro che solitamente la ricopre scorrendo è in restauro (andateci se potete, vale la pena), e palazzo Venezia (ma per la sala del Pinturicchio con il Bambin Gesù delle mani c’era troppa fila, ma la sua storia è comunque intrigante) e poi verso le 2 il mio fraterno amico aveva un mal di schiena tremendo e quindi abbiamo ripiegato verso le rispettive magioni, non prima di aver visto il traforo bianco appena restaurato, spettrale.
In compenso ho incontrato il mio viceparroco nella Chiesa Farnese. :)