A’ssoreta


A questo punto qualcuno dovrebbe proprio spiegare al povero Zidane che “…a te e a tua sorella” è un modo di dire molto comune nei diverbi – maleducati – d’Italia (e più che mai nel centro sud dove Materazzi è nato).
O forse più che spiegare, ricordare. Perché credo che il nostro lo sappia benissimo, quanto quel modo di dire sia quasi normale da noi, e che si stia caparbiamente arrampicando laddove il coefficiente di attrito è tendente a zero, per non ammettere, semplicemente ed umanamente, di aver perso per un attimo la testa di fronte di un banalissimo insulto. Ma si sa è difficile dire di aver sbagliato…specialmente per un francese, ancorché algerino, che non è nuovo a queste cose, e che di certo non vuole rinunciare ad un titolo di miglior giocatore del torneo che ancora devo capire chi ha avuto la faccia tosta di assegnargli.
Intanto, su Youtube, spopola questo video “Un nuovo modo di risolvere le dispute: fate come Zidane!” e giù testate…
addendum
Da Cips pare un po’ più grave…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...